ARGA Lazio News

La “nuova” ARGA Lazio

L’ARGA Lazio è “nuova”!

Dopo quasi 50 anni di storia.

E cinquant’anni di storia non sono uno scherzo: cinquant’anni di attenzione mediatica sul mondo dell’agricoltura e di tutto quello che lo circonda da parte di varie generazioni di giornalisti che hanno scelto di occuparsi prevalentemente del settore primario, riconoscendo ad esso l’importanza che ha sempre rivestito per l’economia e la società, non solo nel nostro Paese. Agricoltura, pastorizia, allevamento in genere, oltre a soddisfare il bisogno primario dell’uomo, quello che più primario non si può, il cibo, hanno rappresentato anche, per l’umanità, il primo elemento delle attività sociali.

E dagli anni ’70 del secolo scorso, quando all’interno del sindacato dei giornalisti romani prese corpo il gruppo di specializzazione dedicato all’Agricoltura, l’ARGA Lazio (che ha poi allargato i confini all’Abruzzo prima e al Molise poi) ha raccolto quei giornalisti – tantissimi all’inizio – che di questa materia erano esperti sia per studi effettuati, sia per attitudine, sia per scelta o “imposizione” (diciamolo pure) della propria redazione.

Nel corso degli anni l’interesse dei giornalisti aderenti all’ARGA Lazio si è allargato ad altri temi e settori; tutti legati, però, al territorio e alla sua “amministrazione”: la tutela del territorio, i prodotti tipici, l’economia ambientale….pian piano tutti i temi che troviamo oggi elencati nello Statuto dell’associazione e che è comune a tutte le altre ARGA regionali e alla stessa UNAGA, l’Unione nazionale tra di esse.

Ma quasi contemporaneamente all’allargamento dei temi trattati, si è assistito purtroppo ad un mutamento e a una riduzione del numero dei giornalisti associati. Le difficoltà in cui da quasi un ventennio si sta dibattendo l’editoria in Italia ha influito pesantemente sul mondo giornalistico e di conseguenza all’inizio del secolo si era ridotto sensibilmente anche il numero degli associati all’ARGA Lazio.

Con pazienza e perseveranza si è però riusciti a ricostruire, all’interno del Sindacato romano, un Gruppo abbastanza consistente di giornalisti specializzati nei nuovi settori di interesse (che sono poi i settori su cui oggi punta tutta l’economia mondiale) il che ha consentito di ricostituire il gruppo regionale . E’ cambiata anche la tipologia dei professionisti aderenti: quelli occupati all’interno delle redazioni dei quotidiani, delle radio e delle televisioni nazionali sono ormai una minoranza, soppiantati dai free-lance (molti creatori di proprie realtà editoriali, soprattutto on-line), dai responsabili di uffici stampa e dai collaboratori esterni. Ma tutti ugualmente preparati ed appassionati del loro lavoro.

E’ grazie a loro che è nata la “nuova” ARGA Lazio.