Al 53° AgriUmbria, consegnati i premi “Antonio Ricci”

È andato alla redazione dell’ANSA e al neolaureato Lorenzo Torelli, dell’Università di Perugia, l’ambito premio “Antonio Ricci” dedicato alla memoria del “padre” dell’associazione nazionale dei giornalisti agricoli, giunto alla sua terza edizione e consegnato il 1° aprile in occasione dell’inaugurazione, nello spazio espositivo di Bastia, della 53.a fiera AgriUmbria, dal presidente di Umbriafiere Lazzaro Bogliari.

Una edizione tornata alla sua originaria formula, dopo il terribile biennio legato alla pandemia da Covid19, ed alla quale non è voluta mancare, ancora una volta, la presenza dell’Unaga con il suo presidente, Roberto Zalambani, accompagnato dalla presidente dei giornalisti agricoli europei (ENAJ), Lisa Bellocchi, e da una delegazione dei soci di ARGA Lazio guidata dal presidente Roberto Ambrogi.

Per i giornalisti di ARGA Lazio AgriUmbria è stata ancora una volta l’occasione per un contatto diretto con le varie realtà produttive del mondo agricolo, in particolare con il mondo della meccanizzazione e con quello della zootecnia, oltre che con alcune aziende enogastronomiche di eccellenza.

Un insieme di soggetti tuttora attivi, malgrado le difficoltà recentemente superate, che hanno portato la propria testimonianza sull’andamento economico di questi ultimi due anni e sulle attese, purtroppo negative, che il conflitto in Ucraina sta determinando.

Testimonianze e attese che hanno rappresentato il filo conduttore degli interventi dei vari relatori ai numerosi convegni in programma, come quello del presidente di FederUnacoma, Alessandro Malavolti, il quale ha comunque evidenziato come in Italia nei primi due mesi di quest’anno si registri una leggera crescita delle vendite rispetto al biennio 2019/2020 (seppur minore dello scorso anno), legata soprattutto alla maggiore qualità tecnologica della produzione nazionale.

L’intervento di Lisa Bellocchi

video

L’intervento di Roberto Zalambani

video